Progetto SIBSAC

sibsac1 (1)

Titolo del Progetto

SIBSAC – Sistema integrato per la bonifica e il trattamento di sedimenti e acque contaminate ad elevata salinità

Soggetti coinvolti

  • MATER s.c.a r.l.
  • Università  degli Studi di Enna “Kore” (KORE)
  • Consorzio Universitario della Provincia di Palermo (CUPP)
  • Consorzio Universitario Megara Ibleo (CUMI)

Sintesi

Il progetto SIBSAC si propone un intervento esteso a zone portuali e costiere in presenza di depositi petroliferi per il trattamento integrato di acque di rifiuto delle navi e sedimenti contaminati con procedure di sediment washing e con la ricollocazione del materiale trattato anche per usi industriali.

Le acque reflue, contaminate da composti xenobiotici e  scaricate  nell’ambiente  marino, determinano un grave problema ecologico a causa della persistenza e l’accumulo di questi composti. Le ingenti quantità di sedimenti contaminati che richiedono dragaggio, al fine di mantenere o ripristinare le aree costiere e portuali, richiedono strategie gestionali tecnicamente affidabili a costi contenuti.

Obiettivo principale di questo progetto di ricerca è proporre un impianto di trattamento integrato includente fasi fisiche, chimiche e biologiche per la rimozione di contaminanti da sedimenti e acque reflue da navigazione. In questo contesto viene proposto un processo di sediment washing che rimuova i contaminanti organici e inorganici. Il trattamento  proposto  presenta  il vantaggio di una tecnologia semplice con costi che possono essere ridotti dal recupero  delle soluzioni estraenti.

Si vuol, dunque, individuare una soluzione efficace e verificabile per il miglioramento qualitativo delle aree portuali e dei depositi costieri di idrocarburi e, allo stesso tempo, ridurre il derivante impatto sull’ambiente marino sia attraverso la messa a punto di una procedura di lavaggio dei sedimenti dragati sia attraverso la  definizione di un processo di trattamento per acque contaminate da idrocarburi che, per le caratteristiche di elevata salinità, richiedono sempre, dopo il trattamento, lo scarico in mare.